Al via il Fuori Brodetto 2020

È già Fuori Brodetto: dal 19 Settembre al via Il mese più gustoso dell’adriatico

Torna il “FUORI BRODETTO” l’evento collaterale del BrodettoFest, pronto a far fare un pieno di zuppa, per un mese, nei ristoranti della provincia.

L’apprezzata iniziativa promossa da Confesercenti Pesaro e Urbino e da Camera di Commercio delle Marche è in programma da sabato 19 settembre a domenica 18 ottobre 2020, con un’edizione 2020, ancor più ricca. Sono 26 i ristoranti della provincia che hanno aderito all’iniziativa che si svolgerà per 30 giorni durante i quali sarà possibile assaporare il piatto simbolo della tradizione marinara adriatica elaborato dai cuochi del territorio e da loro servito al prezzo convenzionato di 20€ (bevande escluse).

Questo l’elenco dei “fab 26” della provincia che aderiscono al “FUORI BRODETTO” (o scoprili sul sito CLICCA QUI): AlMare, IDEA.LE food & more, Da Matteo Osteria Ristorante, Cruiser Cafè Fano, Albergo Ristorante del Castello, Piccolo Mondo, Atelier54, Bel Sit, Fanin, Foravia, Da Ciarro, La Taverna dei Pescatori, Ristoranti Da Santin Braceria, Casa Orazi, Lo Scudiero, Pizzeria Angelo 2.0, Il Cuciniere, Monna Lisa, La Perla, Barone Rosso, Doma, La Riva da Franco, Agli Olivi, Il Galeone, Da Ugo, Portoverde.

La maggior parte di loro proporrà a pranzo o a cena (si consiglia di indicare, al momento della prenotazione al ristorante, anche il numero dei piatti di brodetto) la ricetta tradizionale della zuppa di pesce nata a bordo dei pescherecci. Ma ci sarà anche modo, per il pubblico, di fare un viaggio alla scoperta delle rivisitazioni del piatto. Cambiando, di volta in volta, il ristorante in cui gustarlo, si potrà assaggiare il brodetto del passato, quello più originale, proposto utilizzando ingredienti diversi da quelli della ricetta codificata o quello innovativo realizzato dagli chef più estrosi.

Il successo del Festival ha trainato anche il Fuori Brodetto – sottolinea Pier Stefano Fiorelli, presidente Confesercenti Pesaro e Urbino – che quest’anno conta un numero record di adesioni. Cifre che renderanno ancora più ‘saporita’ la gara che li vedrà, ancora una volta, competere per conquistare il titolo di Miglior Fuori Brodetto. Un traguardo ambito dai partecipanti, una garanzia di qualità per i fruitori, un’occasione in più per tutelare e promuovere, un grande piatto della tradizione locale”.

Confermata, per l’edizione 2020, del FUORI BRODETTO, l’apprezzata formula introdotta dallo scorso anno delle “Serate Giuria Popolare” durante le quali il pubblico potrà degustare il piatto, sempre a prezzo convenzionato, e votarlo nell’apposita scheda. A vincere sarà la ricetta che avrà accumulato il punteggio maggiore assegnato da una giuria tecnica di esperti gastronomi, presieduta da Davide Eusebi, Critico gastronomico de Il Resto del Carlino e Floro Bisello, Delegato dell’Accademia Italiana della Cucina. Il “Miglior FUORI BRODETTO” sarà premiato, insieme alle menzioni speciali, durante un’imperdibile serata la cui data sarà comunicata nei prossimi giorni.

Il calendario delle “Serate Giuria Popolare” sarà condiviso anche sui social del Festival (Fb e Instagram @festivalbrodetto).

Confermata la possibilità di partecipare al concorso de Il Resto del Carlino. Il quotidiano premierà i 5 lettori che invieranno in redazione (Il Resto del Carlino, via Manzoni n. 24, 61121 – Pesaro) il maggior numero di coupon presenti nel quotidiano dal 19 settembre al 18 ottobre con una cena per due persone nel locale vincitore del “Miglior FUORI BRODETTO”.

Brodettofest 2020: I Numeri Del Successo

Brodettofest 2020: I Numeri Del Successo

Migliaia di visitatori, il profumo di brodetto a riempire le tavole della città, approfondimenti con esperti di fama, uscite didattiche in barca, stelle Michelin e tanto, tanto divertimento. Si è chiuso così, ieri, domenica 14 settembre 2020, il XVIII BrodettoFest, manifestazione dedicata al piatto simbolo dell’Adriatico organizzata da Confesercenti Pesaro e Urbino e Comune di Fano con il contributo di Regione Marche, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca, Camera di Commercio delle Marche.Un’edizione vincente, quella 2020, sia per la scelta e gestione degli spazi del Lido, sia per il format che ha reso protagonista la ristorazione della città.

Sold out tutti gli appuntamenti dal Palabrodetto, allestito per l’occasione alla tensostruttura del Lido perle degustazioni e i cooking show; platea gremita alla Cavea (dove ha trovato posto per la prima volta il Palco centrale) sia per i talk show serali che per gli appuntamenti pomeridiani con assaggi di gelato e presentazioni di libri; riuscitissime le due uscite in barca organizzate sabato mattina alla scoperta dei molluschi dell’Adriatico, con i posti termini già prima del taglio del nastro ufficiale di BrodettoFest 2020.

Sono stati 30 gli eventi di diverso genere che hanno coinvolto il pubblico: 5i cooking show con nomi del calibro di Giorgione, Cristina Bowerman, Max Mariola o Erny Lombardo, 4 le degustazioni guidate di vino, olio e gelato che hanno visto protagonisti il campione mondiale di sommelier Luca Gardini e il maestro gelatiere Paolo Brunelli, 4 talk show serali condotti da Federico Quaranta, 2 le uscite in barca alla scoperta del mare Adriatico e delle sue peculiarità ittiche, 1 convegno sulla blue economy e la presentazione di un libro straordinario che racconta l’Italia rurale. E ancora: 10 gli appuntamenti di Brodetto & Kids, l’area dedicata ai più piccoli realizzata in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020 che ha previsto: lezioni alla scoperta del pesce; merende; giochi di mare; laboratori pittorici e di lettura; spettacoli nello spazio di, un progetto costruito ad hoc per i bambini.

Siamo entusiasti– spiega Pier Stefano Fiorelli,presidente Confesercenti Pesaro e Urbino –per la riuscita delle tre giornate di spettacoli e per il riscontro avuto dal pubblico. I nuovi spazi del Lido e la loro riuscita gestione ci hanno garantito degli show cooking di altissimo livello, dei convegni, delle degustazioni e degli approfondimenti molto partecipati e hanno contribuito ad attirare presenze. Credo che le novità, in particolare lo spostamento del Palabrodetto alla tensostruttura e del Palco alla Cavea, abbiano contribuito alla razionalizzazione degli spazi della passeggiata del Lido garantendo anche una miglior distribuzione della mostra mercato. Sono inoltre convinto che ci abbiano dato punti in più da un lato la collaborazione con Coldiretti che ci ha permesso di valorizzare i prodotti del territorio, dall’altro, il nuovo format della ristorazione, che ha visto la partecipazione di 30 ristoranti organizzati in unico circuito. Un’azione che ci ha permesso di migliorare la qualità dell’offerta gastronomica e di avere una maggior risposta di pubblico”.

Un circuito virtuoso, dunque,a detta di tutti, quello creato per la ristorazione cittadina. “È stato un successo che speriamo di replicare nel 2021”. Così Giorgio Andrea Ricci, presidente di RistorItalia, associazione umbro-marchigiana a difesa dell’Ho.Re.Ca., ha commentato il nuovo format scelto dal BrodettoFest per far gustare, a pranzo e a cena, piatto della tradizione, nei locali della città. E i numeri, snocciolati dal rappresentante dell’associazione – che ammette di aver appena concluso “una serata da incasso record” riferendosi al sabato – confermano: “Rispetto all’edizione 2019, che si svolse a luglio, abbiamo avuto un incremento di pubblico del 30%, pari a circa 5mila clienti in più. Di questi almeno il 70% ha scelto di gustare il nostro piatto simbolo”. E farne la conoscenza: “Al BrodettoFest, e quindi a Fano, sono arrivati ‘turisti del gusto’ da Bologna, Milano, dalla Romagna e dall’Umbria. In tanti hanno raggiunto la città da Fabriano, Ascoli, dal sud delle Marche e dall’entroterra, merito anche della comunicazione social attivata dal Festival. Abbiamo visto e servito volti e ‘pance’ nuove”. Risultati importanti, che hanno dato nuova veste a una manifestazione che si presenta “sempre più Festival” e che è stata capace di dare una boccata d’ossigeno a un settore che ha subito, nei mesi scorsi, gli effetti economici più pesanti dovuti all’emergenza Covid-19: “Auspichiamo che gli organizzatori, in particolare il Comune di Fano, continuino a sostenere la manifestazione, il nuovo format e i ristoratori – aggiunge Ricci –. RistorItalia continuerà a lavorare per unire ancor più una squadra che ampli i suoi ‘giocatori’ raccogliendo l’adesione dei locali della zona sud e dell’entroterra di Fano. Per farlo sarà necessario garantire la qualità delle proposte gastronomiche e, di pari passo, incentivare i servizi”.

E se è vero che molti degli ospiti hanno fatto lunghi viaggi per raggiungere Fano, chi dalla Puglia, chi dalla Liguria e chi dalla Lombardia, chi dalla Toscana, dall’Emilia Romagna e chi dall’Umbria, vuol dire anche che tutta l’Italia ha accolto con favore questa XVIII edizione del Festival più gustoso dell’Adriatico.

Abbiamo fatto bene a non demordere – afferma Etienn Lucarelli, assessore al Turismo di Fano -a scommettere sul BrodettoFest e sull’enogastronomia di qualità per dare respiro al comparto turistico e dell’ospitalità dopo un anno davvero difficile. Credo che proprio l’incertezza si sia trasformata, in questo caso, in una grande opportunità nel momento in cui ha prodotto una collaborazione tra la manifestazione e la città intera con il coinvolgimento dei ristoratori. Questo ha permesso, non solo di proporre agli ospiti momenti di grande cultura gastronomica al Lido, ma di rendere viva, partecipata ed economicamente attiva tutta Fano durante l’intero weekend. Ritengo dunque che proprio in questo anno così anomalo, l’incertezza sia diventata, grazie alla lungimiranza degli organizzatori, un valore aggiunto per la città. Fano è ormai un punto di riferimento internazionale per l’enogastronomia grazie proprio a questa manifestazione che, nel tempo, ha saputo trasformare la tradizione del brodetto in una storia che coinvolge genti e luoghi. Il BrodettoFest è un degli appuntamenti più longevi che si svolgono in città e, una volta di più, quest’anno, ha dimostrato che reinventarsi è un valore aggiunto. Un grazie di cuore per l’impegno e la passione, a tutti gli organizzatori, a coloro che hanno lavorato dietro le quinte e ai ristoratori che hanno aderito”.

Per chi avesse già nostalgia del BrodettoFest o fosse semplicemente curioso di assaggiare altre interpretazioni del brodetto, l’appuntamento è dal 19 settembre al 18 ottobre 2020 con il FuoriBrodetto: iniziativa collaterale del Festival che permette alla kermesse di espandersi sul territorio coinvolgendo i ristoranti della provincia di Pesaro e Urbino nella promozione del brodetto (al prezzo convenzionato di 20€) e, più in generale, del pesce massivo, chiamato anche “povero”, da sempre utilizzato nella cucina tradizionale marchigiana.

Aggiornamenti e lista dei ristoranti convenzionati QUI.

Giorgione al BrodettoFest 2020

Il BrodettoFest 2020 chiude domenica Con il gusto della cucina di Max Mariola e Giorgione e l’estro del Gelatiere Brunelli

Domenica 13 settembre il Festival presenta un calendario ricco non solo di nomi noti, ma anche d’interessanti approfondimenti.

Ad apertura della giornata, alle 11, il Palabrodetto ospita, in collaborazione con ASSAM, l’appuntamento alla scoperta dell’oro verde. Barbara Alfei conduce, infatti, una degustazione guidata per imparare a conoscere gli Oli Monovarietali (gratuito – su prenotazione al numero 0721.54708)prodotti quindi con un’unica varietà di olive.

Alle 13, il pranzo è servito: la cucina a vista del Palabrodetto sarà invasa dai profumi e dai sapori tipici della tradizione marchigiana, trattati e abbinati per l’occasione dalle mani esperte dello chef di Gambero Rosso Channel, il vulcanico Max Mariola che presenta una Polentina di mais ottofile con cozze e pomodoro pendolino marchigiano. Tutti gli ingredienti di questa gustoso piatto provengono esclusivamente da coltivazioni locali e sono, a volte, il frutto di un lungo lavoro di recupero di semi autoctoni e di ricostruzioni storico scientifiche delle tradizioni locali.La degustazione sarà accompagnata dai vini di Bianchello del Metauro Doc delle cantine Bruscia e Il Conventino di Monteciccardo (abbinamento a cura di Bianchello D’Autore). A chiudere la cena con dolcezza sarà il dessert offerto dalla Gelateria Makì di Fano (costo 20€, prenotazioni obbligatorie al numero 0721.54708).

Ma il Palabrodetto continua ad essere protagonista dell’ultima giornata della kermesse. Proprio nello spazio allestito quest’anno sotto la tensostruttura del Lido, infatti, alle 16, Svim, partner operativo della Regione Marche nelle attività d’intercettazione dei fondi europei per lo sviluppo del territori, presenta “Progettare in Blu”, evento con il quale saranno presentati i risultati di 4helix+ e Bluecrowd funding, progetti che appartengono al programma di finanziamento europeo InterregMed e Investinfish, sviluppato nell’ambito del programma Italia-Croazia.

Alle 18, spazio al vino e al suo più grande conoscitore:Luca Gardini, “The Wine Killer”. Il campione del mondo di sommelier, racconterà a suo modo al pubblico il Bianchello del Metauro Doc, vino ufficiale del Festival, con una imperdibile degustazione guidata (costo 10€, prenotazione obbligatoria).

Per la prima volta nella storia del BrodettoFest, alle 19 si degusta…gelato! Sul Palco Cavea Federico Quaranta intervista Paolo Brunelli, eclettico artista del dolce. Gelatiere di fama internazionale, cioccolatiere di lungo corso, durante il talkshow dal titolo “Memoria gustativa, gelateria evolutiva: che Combo!”, Brunelli presenta al pubblico, con degustazione, il Gelato alle Mandorle e Casciotta d’Urbino Dop.

La domenica del Palabrodetto si chiude alle 20 con un nuovo, unico spettacolo gastronomico diretto dal “cuoco contadino”, così come lui stesso ama definirsi, Giorgio “Giorgione” Barchiesi. Un amico del Festival, un cuoco genuino che ama e rende protagoniste, nei suoi piatti, le singolarità dei prodotti locali. Pochi fronzoli, cibo semplice e genuino, stagionalità, qualità e gusto: questa la sua filosofia in cucina. La ricetta, anche questa elaborata in collaborazione con ASSAM, si chiama Il mare con i piedi nell’orto e sarà un piatto composto da Fava di Fratte Rosa, Fagiolo Monachello, Cece quercia di Appignano trattati con cotture separate in leggero brodo di pesce: a dimostrazione di come la tradizione del mare possa ben sposarsi con quella della collina alle sue spalle. La degustazione sarà accompagnata dai vinidi Bianchello del Metauro Doc delle cantine Morellie Terracruda (abbinamento a cura di Bianchello D’Autore). A chiudere la cena con dolcezza sarà il dessert offerto dalla Gelateria Makì di Fano (costo 20€, prenotazioni obbligatorie al numero 0721.54708).

Ultimo appuntamento della kermesse sarà il talkshow “BrodettoTime”: domenica, alle 21.30, sul Palco Cavea Federico Quaranta intervista Giorgione.

Domenica 13 settembre sarà inoltre attivo, per i più piccoli, lo spazio Brodetto & Kids, realizzato in collaborazione con il MIPAAF – Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020. In programma, a partire dalle 18 (fino alle 22), laboratori creativi, giochi di movimento e letture sul mare (prenotazione obbligatoria: 345 5949538, kartone05@gmail.com o Messenger @K_artone)

Garantiti pranzi e cene a base di “brodetto alla fanese” nei 30 ristoranti del Festival: il nuovo format, attivato dal BrodettoFest 2020 grazie alla collaborazione di Ristoritalia prevede la possibilità, previa prenotazione alle singole strutture, di gustare la zuppa di pesce al prezzo convenzionato di  20€ (lista completa all’infopoint della manifestazione o sul sito www.brodettofest.it) in tutta sicurezza nei ristoranti, raggiungibili anche tramite il BrodettoBus, navetta gratuita attivata in collaborazione con Ami Spa, che collega il Lido alle altre zone della città (fermate previste: Lido, Sassonia, Rastatt, via Cavour –h. 12 -15 e h. 19 – 23).

Gli spettacoli del BrodettoFest sono accessibili prenotando al numero 0721.54708

Cristina Bowerman al BrodettoFest

Al BrodettoFest in arrivo “The wine killer” e la stellata Bowerman

Si parte alle 9, e alle 11, con la novità 2020 (già sold out): a bordo della BrodettoBoat, la motonave “Queen Elisabeth”,i visitatori del Festival saranno guidati dai racconti del Prof. Corrado Piccinetti, alla scoperta degli allevamenti di cozze al largo delle nostre coste e scopriranno le curiosità della pesca alle vongole.

Il Lido si animerà poi, per gli appuntamenti enogastronomici previsti dall’ora di pranzo: alle 13 va in scena la cucina del territorio. Le porte del Palabrodetto si apriranno per ospitare, in collaborazione con Coldiretti, il cooking show delle Agrichef Laura Calvani (Agriturismo XIX secolo) e Franca Duro (Agriturismo Col D’Agello) che collaboreranno in cucina per raccontare e far assaggiare al pubblico una ricetta che è il riassunto perfetto di mare e collina: Tagliatelle con gamberi di fiume di Cantiano. La degustazione sarà accompagnata dai vini di Bianchello del Metauro Doc delle cantine Fattoria Villa Ligi e Morelli (abbinamento a cura di Bianchello D’Autore). A chiudere la cena con dolcezza sarà il dessert offerto dalla Gelateria Makì di Fano (costo 15€, prenotazioni obbligatorie al numero 0721.54708).

Il pomeriggio vedrà svolgersi, poi, una serie di gustosi appuntamenti culturali. Si comincia alle 18 con il travolgente spettacolo del vino. Il Palabrodetto ospiterà il campione mondiale di sommelier Luca Gardini “The Wine Killer” che racconterà a suo modo al pubblico il Bianchello del Metauro Doc, vino ufficiale del Festival, con una imperdibile degustazione guidata in cui saranno banditi i tecnicismi (costo 10€, prenotazione obbligatoria).

Si proseguirà poi nei nuovi spazi del Palco Cavea alle 19, per la spettacolare presentazione di “Terra” (Sperling & Kupfer, 2019). Così s’intitola l’ultimo libro di Federico Quaranta, amico di lunga data del BrodettoFest e volto noto del piccolo schermo, che vestirà i panni di protagonista per raccontare al pubblicoluoghi, scelte e storie di individui quotidianamente impegnati nella terra d’Italia”.

Nel frattempo, già dalle 18, sarà attivo lo spazio Brodetto & Kids, realizzato in collaborazione con il MIPAAF grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020. In programma, nell’area di largo Seneca, laboratori creativi e giochi di movimento, letture sul mare e attività dedicate a grandi e piccini. Tutti gli appuntamenti sono a prenotazione obbligatoria da effettuarsi al numero 345 5949538, tramite mail a kartone05@gmail.com o contattando su Messenger @K_artone.

Sarà alle 20, però, che al Palabrodetto sarà servito lo spettacolo stellato della cucina. Al BrodettoFest, il sabato sera è infatti targato Cristina Bowerman, un nome a garanzia di uno stile culinario e di una profondità di sapori che valgono una Stella Michelin, dal 2010. Chef italiana divenuta case study dell’Università Bocconi, Bowerman porta alta la bandiera dell’innovazione e della personalità in cucina come nella vita. Al BrodettoFest farà sognare le papille gustative con la sua “Pasta mista, alghe e frutti di mare”. La degustazione sarà accompagnata dai vini di Bianchello del Metauro Doc delle cantine Di Sante e Mariotti (abbinamento a cura di Bianchello D’Autore). A chiudere la cena sarà il dessert offerto dalla Gelateria Makì di Fano (costo 20€, prenotazioni obbligatorie al numero 0721.54708).

A conclusione della giornata, il palco Cavea ospiterà, alle ore 21.30, il talkshow “Brodetto time”. Sul palco i protagonisti della giornata: Cristina Bowerman e Luca Gardini i quali, accompagnati dal vulcanico Fede, saranno chiamati a confrontarsi a proposito delle innovazioni in cucina e dell’importanza del rapporto cibo/vino nella cultura culinaria contemporanea.

A regime, da oggi, anche il nuovo format della ristorazione che caratterizza l’edizione 2020 di BrodettoFest. Ideato e realizzato grazie alla collaborazione di Ristoritalia, Associazione umbro-marchigiana a difesa dell’Ho.Re.Ca, prevede la possibilità per ospiti, curiosi e gourmand di gustare, previa prenotazione obbligatoria alle singole strutture, il piatto simbolo dell’Adriatico in sicurezza nel circuito gastronomico che abbraccia tutta la città. Dalla Sassonia, al centro storico passando per il Lido, aderiscono alla manifestazione oltre 30 ristoranti nei quali è possibile mangiare brodetto al prezzo convenzionato di 20 € sia a pranzo, sia a cena. Dunque non più stand gastronomici all’interno del solo perimetro del Festival, ma un vero e proprio viaggio nel gusto che attraversa la città.

A valorizzare i ristoranti aderenti e a renderli riconoscibili al pubblico saranno la mappa del gusto e i totem che si troveranno all’esterno delle strutture aderenti a segnalare la loro partecipazione. E per facilitare gli spostamenti arriva anche il BrodettoBus, navetta gratuita attivata in collaborazione con Ami Spa, che collegherà le principali location degli spettacoli ai ristoranti in cui gustare la zuppa di pesce alla fanese (fermate previste: Lido, Sassonia, Rastatt, via Cavour – venerdì 11 h 19 – 23; sabato 12 e domenica 13 settembre, h. 12 -15 e h. 19 – 23).

Gli spettacoli del BrodettoFest sono accessibili prenotando al numero 0721.54708

Chef Erny Lombardo al BrodettoFest 2020

Il programma di venerdì del BrodettoFest 2020 di Fano

Con il Sottosegretario, On. L’Abbate, prende il via la XVIII edizione della kermesse dedicata alla zuppa di pesce più golosa d’Italia. Il programma della giornata.

Prestigiosa presenza che testimonia la collaborazione tra il MIPAAF e il BrodettoFest di Fano.

Dopo l’inaugurazione, il programma prosegue, alle 20, con il cooking show del “cuoco d’Italia”. Al PalaBrodetto (prenotazione obbligatoria allo 0721.54708 – costo 20€ abbinamento piatto-vino incluso)in programma lo spettacolo della cucina di Erny Lombardo, che fin grado di coniugare le diversità territoriali senza snaturarle. Il “cuoco d’Italia” che si domanda: “Quale regione non possiede un lievitato unico, una pasta speciale, una verdura o un prodotto unico, che cresce solo in quella determinata area geografica?”. Durante il suo coking show Erny preparerà e farà assaggiare al pubblico i “Maccheroncini di Campo Filonecon vongole, fasolari e canolicchi” una ricetta che onora il territorio e le sue radici gastronomiche e che sarà accompagnata dai vini di Bianchello del Metauro Doc delle cantine Fiorini e Cignano (abbinamento a cura di Bianchello D’Autore). A chiudere la cena con dolcezza sarà il dessert offerto dalla Gelateria Makì di Fano.

Chiude l’appuntamento al Palabrodetto la degustazione meditata durante la quale Otello Renzi e Davide Eusebi presenteranno alcuni estratti dal loro libro “Vini veri. Viaggio nel sensi” (Edizioni Plan, 2019) accompagnando le lettura con la degustazione delle etichette protagoniste.

Intanto si accenderanno anche i riflettori alla Cavea del Lido. Dopo l’inaugurazione, infatti, sarà il palco ad ospitare, dalle 21.30, il primo BrodettoTime (accesso su prenotazione al numero 0721.54708): il talk show in cui storie, progetti e personaggi legati alla pesca, al buon cibo e alla tutela dell’ambiente avranno occasione di confrontarsi e raccontarsi al pubblico. Con la vulcanica conduzione di Federico Quaranta, autore e conduttore Rai, storico amico del Festival, saranno protagonisti della serata lo chef Erny Lombardo e il Professor Corrado Piccinetti, direttore del Laboratorio di Biologia Marina di Fano.

Nel frattempo, già dalle 18, le famiglie potranno immergersi nel divertimento “formativo” di Brodetto & Kids, spazio realizzato in collaborazione con il MIPAAF – Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020. In programma, nell’area di largo Seneca, laboratori creativi e giochi di movimento, letture sul mare e attività dedicate a grandi e piccini, per vivere i temi del Festival liberando la fantasia. Tutti gli appuntamenti sono a prenotazione obbligatoria da effettuarsi al numero 345 5949538, tramite mail a kartone05@gmail.como contattando su Messenger @K_artone.

Da venerdì saràpoi a regime anche il nuovo format della ristorazione che caratterizza l’edizione 2020 di BrodettoFest. Ideato e realizzato grazie alla collaborazione di Ristoritalia, Associazione umbro-marchigiana a difesa dell’Ho.Re.Ca, prevede la possibilità per ospiti, curiosi e gourmand di gustare, previa prenotazione obbligatoria alle singole strutture, il piatto simbolo dell’Adriatico in sicurezza nel circuito gastronomico che abbraccia tutta la città. Dalla Sassonia, al centro storico passando per il Lido, aderiscono alla manifestazione oltre 30 ristoranti nei quali è possibile mangiare brodetto al prezzo convenzionato di 20 sia a pranzo, sia a cena.Dunque non più stand gastronomici all’interno del solo perimetro del Festival, ma un vero e proprio viaggio nel gusto che attraversa la città.

A valorizzare i ristoranti aderenti e a renderli riconoscibili al pubblico saranno la mappa del gusto e i totem che si troveranno all’esterno delle strutture aderenti a segnalare la loro partecipazione. E per facilitare gli spostamenti arriva anche il BrodettoBus, navetta gratuita attivata in collaborazione con Ami Spa, che collegherà le principali location degli spettacoli ai ristoranti in cui gustare la zuppa di pesce alla fanese (fermate previste: Lido, Sassonia, Rastatt, via Cavour – venerdì 11 h 19 – 23; sabato 12 e domenica 13 settembre, h. 12 -15 e h. 19 23).

Gli spettacoli del BrodettoFest sono accessibili prenotando al numero 0721.54708

Brodetto&Kids al BrodettoFest

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali protagonista al BrodettoFest 2020

Un’unione d’intenti che sarà testimoniata anche dalla presenza del Sottosegretario di Stato On. Giuseppe L’Abbate, che onorerà il Festival e la città con la sua partecipazione prevista per la giornata inaugurale di venerdì 11 settembre (taglio del nastro in programma alle 19, alla Cavea del Lido). Il MIPAAF, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020, ha infatti deciso di sostenere la XVIII edizione del Festival dedicato al piatto povero della tradizione marinara fanese, riconoscendo l’impegno della manifestazione nel promuovere un dibattito attento sui temi d’attualità legati alla pesca, acquacoltura e nel valorizzare la cultura del mare.

Temi che per tre giorni, la città adriatica snocciolerà attraverso le iniziative promosse in collaborazione con il Ministero: lo spazio istituzionale allestito nello stand collocato in largo Seneca (di fianco all’area Brodetto&Kids); l’escursione “Tutti a moll… uschi!” di sabato mattina (partenza ore 9 e ore 11 dal Porto di Fano, prenotazione obbligatoria al numero 0721.54708) alla scoperta degli allevamenti di cozze dell’Adriatico e della pesca di vongole con il Professor Corrado Piccinetti, biologo marino;  a bordo della BrodettoBoat; le amate attività dello spazio “Brodetto&Kids” rivolto ai piccoli visitatori del Festival.  Un’area su misura e attiva tutti i giorni dell’evento, dalle 18 alle 22, con gli appuntamenti a prenotazione obbligatoria (al numero 345 5949538, tramite mail a kartone05@gmail.com, o contattando su Messenger @K_artone). Il programma prevede “Se lo dice il Prof.” (dalle 18 alle 19), incontro con il Prof. Corrado Piccinetti, alla scoperta dei pesci del Mare Adriatico a cui seguirà una squisita merenda preparata con prodotti ittici locali, in particolare con le vongole dell’Adriatico; “Letture di mare” a cura di Jessica Omizzolo, “Giochi del Mare” a cura di Michela Risveglia, ass. Il Ridosso, e “Laboratorio pittorico” a cura dello Studio K_artone (dalle 19 alle 21). In programma inoltre altri eventi speciali, ogni sera: come la presentazione del libro di Elisa Sabatinelli “Mio padre è un palombaro” ed. Solferino (venerdì 11 settembre, dalle 21); lo spettacolo per bambini “Rodariando” (sabato 12 settembre, dalle 21); Giochi di movimento e laboratori pittorici (domenica 13 settembre, dalle 19 alle 22).

Le ricette del BrodettoFest

BrodettoFest: tempo di rivoluzione per le zuppe di pesce. Le ricette

La manifestazione che da 18 anni celebra – interpretandolo – il piatto simbolo dell’identità marinara italiana, in occasione dell’edizione 2020 ospiterà i grandi nomi della cucina italiana pronti a presentare al pubblico – che potrà degustarle – innovative versioni di brodetto. Un’occasione unica per assistere a golosi cooking show (prenotazione obbligatoria allo 0721.54708 – costo 20€ comprensivo di abbinamento piatto-vino) e ammirare come la ricetta “povera”, nata a bordo dei pescherecci, si possa trasformare in piatto gourmet. Il pubblico potrà dunque assaporare le creazioni degli chef Erny Lombardo, Cristina Bowerman, Max Mariola e Giorgio “Giorgione” Barchiesi,servite in abbinamento al Bianchello del Metauro, la Doc autoctona della provincia di Pesaro e Urbino, presentata dalle cantine del progetto Vignaioli d’Autore. Si comincia venerdì 11 settembre, ore 20, con Chef Erny Lombardo che, nella cucina del Festival, al Lido di Fano, presenterà la sua ricetta: “Maccheroncini di Campofilone con vongole, fasolari e canolicchi”. Sempre attento alle diversità regionali e maestro nel coniugarle sena stravolgerle, “il cuoco d’Italia” farà di questo brodetto un modo per valorizzare le eccellenze del territorio. L’ingrediente principale è la varietà di frutti di mare, cotti in brodo vegetale e sfumati con un bicchiere di vino bianco per enfatizzare i sapori dell’Adriatico. Si prosegue sabato 12 settembre, ore 20, con l’attesissima Cristina Bowerman (Glass Hostaria di Roma).Chef italiana stellata dal 2010, professionista divenuta case study dell’Università Bocconi, role model per le donne nella ristorazione ed esempio di sostenibilità, Boweman porta alta la bandiera dell’innovazione e della personalità in cucina come nella vita. Al BrodettoFest farà sognare le papille gustative con la sua Pasta mista, alghe e frutti di mare”: cozze, vongole, gamberi rossi e bianchi, percebes e pesce bianco saranno serviti su un letto di alghe, accompagnati da una crema al pecorino e insaporiti da pepe di Sarawake olio al peperoncino. Domenica 13 settembre con le stelle di Gambero Rosso Channel. Il primo ospite sarà il travolgente Max Mariola, alle 13, con la sua “Polentina di mais Ottofile con cozze e pomodoro pendolino marchigiano”: ingredienti che danno vita ad un piatto fresco e colorato che punta sulla tipicità dei prodotti locali come la dolcezza del pendolino e le note intense del pecorino semi-stagionato. “La cucina deve far sorridere le persone – afferma – deve far provare piacere, godere. Far mangiare bene vuol dire far star bene. Uno chef trasforma odori e sapori in piatti ed emozioni, donandole con generosità”. A chiudere i cooking show sarà infine Giorgio “Giorgione” Barchiesi che, alle 20, realizzerà la sua versione di brodetto, “Il Mare con i piedi nell’orto”: una zuppa preparata a strati, a seconda dei tempi di cottura di ciascun ingrediente, che non vengono mai mescolati per valorizzarne la qualità e preservare il sapore dei pesci e quello di terra dei legumi (fava di Fratte Rosa e il cece quercia di Appignano del Tronto).
Programma e Novità del BrodettoFest a Fano

A Fano c’è il BrodettoFest 2020: novità e programma dell’evento

Tante le novità, a partire dall’inedito ruolo dei ristoratori, protagonisti dell’edizione 2020. Il nuovo format della kermesse sostituisce gli stand gastronomici del lungomare con un servizio di ristorazione di qualità. Una scelta fatta dagli organizzatori – Confesercenti Pesaro e Urbino e Comune di Fano con il contributo di Regione Marche, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca, e Camera di Commercio delle Marche – per valorizzare un grande piatto, assaporarlo in piena sicurezza e garantire a tutti di inebriarsi con il sapore unico del “Brodetto alla fanese”.

Un’opportunità per i visitatori del Festival resa possibile anche grazie al supporto dei main sponsor: Conad, GLS, BCC Fano e Meta Informatica; e a quello dei partner tecnici: Ballarini Professionale, Mepa Forniture Alberghiere, Pedini Cucine e TuQui tour. Fondamentale anche l’apporto comunicativo dei media partner: Il Resto del Carlino e Radio Subasio (radio ufficiale).

I visitatori del Festival potranno dunque gustare la zuppa di pesce, per tre giorni, al prezzo convenzionato di 20€ prenotando nei 30 ristoranti della città che partecipano all’iniziativa e che saranno collegati ai luoghi della kermesse da una navetta gratuita, il “Brodetto Bus” Fano (venerdì dalle 19 alle 23; sabato e domenica dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 23). Nuove anche le aree dell’evento: il Palabrodetto, che accoglierà lo spettacolo della cucina, sarà allestito nella Tensostruttura del lungomare; il Palco centrale, dove si svolgeranno i talk show e le presentazioni, sarà collocato nella Cavea del Lido; la divertente area “Brodetto&Kids” animerà largo Seneca, al centro della passeggiata. Tutti gli spazi e gli appuntamenti saranno accessibili solo su prenotazione da effettuarsi tramite telefono allo 0721.54708 o tramite Prenotiamo.App.

Per tre giorni torneranno anche le conferme attese dagli aficionados del BrodettoFest: come i cooking show del Palabrodetto, in cui il pubblico potrà assistere alla preparazione dei piatti di chef blasonati, gustandoli. Si parte venerdì 11 settembre, alle 20, con Chef Erny Lombardo, il “cuoco d’Italia” pronto a preparare, e far assaggiare, “Maccheroncini di Campofilone con vongole, fasolari e canolicchi”; si prosegue sabato 12 settembre, ore 20, con Cristina Bowerman del Glass Hostaria di Roma e la sua “Pasta mista, alghe e frutti di mare”; domenica 13 settembre largo alle stelle di Gambero Rosso Channel: alle 13 il travolgente Max Mariola presenterà la sua “Polentina di mais otto file con cozze e pomodoro pendolino marchigiano” mentre alle ore 20 il cuoco contadino Giorgio “Giorgione” Barchiesi il suo “Il Mare con i piedi nell’orto”.

I loro piatti, proposti al pubblico (costo 20€, prenotazione obbligatoria) saranno serviti in abbinamento al vino ufficiale del Festival: il Bianchello del Metauro Doc proposto dalle 9 cantine del progetto Vignaioli d’Autore.

La tutela del mare, le specificità dell’Adriatico e i temi d’attualità del settore saranno al centro dei talk show che si alterneranno sul Palco centrale della Cavea. La loro coordinazione sarà affidata allo storico amico del Festival Federico Quaranta, conduttore di Linea Verde Radici (Rai1) e Decanter (Radio2 – Rai)che sabato 12 settembre alle 19 presenterà il suo libro “Terra” (Sperlink & Kupfer, 2019) e che domenica 13 settembre alle 19 coinvolgerà il pluripremiato ciocco-gelatiere e artista del dolce Paolo Brunelli con l’intervista “Memoria gustativa, gelateria evolutiva: che Combo!” a cui seguirà la degustazione del suo “Gelato Mandorle e Casciotta d’Urbino Dop”.

Da non perdere le degustazioni di vino a cura di Luca Gardini, il campione del mondo dei sommelier, ideatore di Gardini Wine Notes. “The Wine Killer” sarà a Fano per guidare gli appuntamenti alla scoperta della Doc del territorio, il Bianchello del Metauro, sabato 12 e domenica 13 settembre, alle ore 18 al Palabrodetto. Costo 10€, prenotazione obbligatoria.

Spunti d’attualità, approfondimento e nuovi progetti saranno inoltre presentati durante gli appuntamenti promossi da Coldiretti, la Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti(sabato 12 settembre, ore 13, cooking show di Laura Calvani e Franca Duro – costo 15€, prenotazione obbligatoria); Assam, l’Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche (domenica 13 settembre, ore 11, degustazione di olio con Barbara Alfei); Svim (società di Sviluppo della Regione Marche) che alle 16 di domenica 13 settembre proporrà l’appuntamento “Progettare in Blu” con la consegna dei Voucher Investinfish per servizi innovativi in Pesca e Acquacoltura e il cooking show dimostrativo del progetto SeaLand nell’ambito dei voucher 4helix+ Talk sul CivicCrowdfunding nel settore dell’economia blu.

Per i più piccoli tornano poi le iniziative di “Brodetto & Kids” realizzate in collaborazione con il MIPAAF nel centralissimo Largo Seneca del lungomare Simonetti. Si conferma infatti, per il terzo anno consecutivo, la collaborazione di prestigio tra il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e il BrodettoFest. Un connubio che – con laboratori, presentazioni ed eventi dedicati – punta a valorizzare il patrimonio ambientale, culturale e formativo di un territorio, promuovere la pesca intelligente e compatibile e lo sviluppo sostenibile e inclusivo delle comunità che da essa dipendono. “Brodetto&kids” sarà attivo nei giorni dell’evento, dalle 18 alle 22, con gli appuntamenti a prenotazione obbligatoria.

Per i più curiosi sarà inoltre possibile, sabato 12 settembre, alle 9 e alle 11 (costo 5€, prenotazione obbligatoria), salpare sulla BrodettoBoat per l’escursione “Tutti a moll…uschi” alla scoperta degli allevamenti di cozze dell’Adriatico e della pesca di vongole insieme al Professor Corrado Piccinetti, biologo marino.

Inaugurazione venerdì 11 settembre, ore 19, Palco Cavea.

Gli chef del BrodettoFest 2020

Le stelle della cucina illuminano i Cooking show del BrodettoFest

Per tre giorni, dall’11 al 13 settembre, la tradizione della zuppa di pesce si sposerà con la cucina contemporanea per presentare al pubblico le interpretazioni di chef stellati, cuochi di lungo corso e mestoli vip per le degustazioni degli attesi cooking show. Si comincia venerdì 11 settembre quando, alle 20, Chef Erny Lombardo, “Il cuoco d’Italia”, calcherà la cucina del Festival presentando la sua delicata ricetta – in collaborazione con Ballarini Professionale – che valorizza le eccellenze del territorio: “Maccheroncini di Campofilone con vongole, fasolari e canolicchi”. (costo 20€, prenotazione obbligatoria). Lombardo è uno chef in grado di coniugare le diversità regionali, senza snaturarle, portando da una città all’altra la sua abilità ai fornelli e la sua filosofia in cucina: “Quale regione non possiede un lievitato unico, una pasta speciale o una verdura che cresce solo in quella determinata area geografica?”.A concludere l’appuntamento saranno la degustazione meditata di vino e le letture dal libro “Vini Veri. Viaggio nei sensi” (Edizioni Plan, 2019) di Davide Eusebi e Otello Renzi. Sabato 12 settembre, ore 13, insieme a Laura Calvani (Agriturismo XIX Secolo) e FrancaDuro (Agriturismo Col D’Agnello) pronte a preparare “Tagliatelle con gamberi di fiume di Cantiano” durante il cooking show in collaborazione con Coldiretti, la Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti (costo 15€, prenotazione obbligatoria). Grande attesa per sabato sera quando,alle ore 20, protagonista del Palabrodetto sarà la chef stellata e stellare Cristina Bowerman (Glass Hostaria di Roma). Una storia affascinante la sua, che la fa approdare alla cucina in modo atipico, dopo una laurea in giurisprudenza. Stella Michelin dal 2010, è diventata case study dell’Università Bocconi nello stesso anno. La sua cucina è un crossing culturale che racconta il gusto attraverso il dialogo costante fra tradizioni, culture, memoria e luoghi. Sarà al Festival con la sua “Pasta mista, alghe e frutti di mare” (costo 20€, prenotazione obbligatoria) presentata durante il cooking show in collaborazione con Meta Informatica. Domenica 13 settembre, il Palabrodetto aprirà le sue porte, alle 11, con la degustazione di olio a cura di Assam, l’Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche e guidata da Barbara Alfei (gratuita, prenotazione obbligatoria). I cooking show della domenica proseguiranno poi con lo spettacolo della cucina di Gambero Rosso Channel.Alle 13 il Palabrodetto ospita il travolgente Max Mariola che presenterà la sua “Polentina di mais Ottofile con cozze e pomodoro pendolino marchigiano” (costo 20€, prenotazione obbligatoria). “La cucina deve far sorridere le persone – afferma – deve far provare piacere, godere.Far mangiare bene vuol dire far star bene. Uno chef trasforma odori e sapori in piatti ed emozioni, donandole con generosità”.A chiudere i cooking show sarà poi domenica 13 settembre, ore 20, l’amico del Festival GiorgioGiorgione” Barchiesi con il suo “Il Mare con i piedi nell’orto” (costo 20€, prenotazione obbligatoria). Giorgio è il “cuoco contadino del piccolo schermo” al quale piacciono le cose belle e quelle buone” e il Brodetto pare essere una di queste. I piatti, proposti al pubblico saranno serviti in abbinamento al vino ufficiale del Festival: il Bianchello del Metauro Doc proposto dalle 9 cantine del progetto Bianchello d’Autore. Tutti gli appuntamenti prevedono la prenotazione obbligatoria allo 0721.54708 o tramite Prenotiamo.App. Il pubblico del BrodettoFest potrà poi fare una “pausa dolce”, domenica alle ore 19, insieme al pluripremiato ciocco-gelatiere Paolo Brunelli. L’artista del dolce converserà insieme al conduttore Federico Quaranta, sul palco Cavea durante l’intervista “Memoria gustativa, gelateria evolutiva: che Combo!” a cui seguirà la degustazione (gratuita, prenotazione obbligatoria) del suo “Gelato Mandorle e Casciotta d’Urbino Dop”. “L’idea alla base di questo piatto – racconta PaoloBrunelli è il voler riportare in bocca il sapore di un piatto che fa parte della memoria gustativa marchigiana: la polenta e sapa che i nostri nonni condividevano nelle cene di famiglia. Un piatto povero, una pietanza che veniva servita su enormi tavole di legno dopo essere arricchita con una spolverata di pecorino e mosto cotto”. Gli appassionati e neofiti di vino ed enologia non dovranno poi perdersi l’eccezionale appuntamento in programma sabato 12 e domenica 13 settembre, alle 18, insieme a Luca Gardini. Campione del mondo dei sommelier, ideatore di Gardini Wine Notes, noto al pubblico di specializzati come “The Wine Killer”, Gardini sarà a Fano per guidare gli appuntamenti alla scoperta della Doc del territorio, il Bianchello del Metauro e per far conoscere segreti e curiosità del mondo del vino (Costo 10€, prenotazione obbligatoria).
Dove gustare il Brodetto alla Fanese

Dove e come gustare il “Brodetto alla fanese” durante il BrodettoFest

Un nuovo format, voluto dagli organizzatori – Confesercenti Pesaro e Urbino, Comune di Fano e Regione Marche –per garantire maggiore qualità in cucina e una migliore fluidità di fruizione da parte del pubblico.

Se dunque gli appuntamenti del Festival (cooking show, talk, presentazioni di libri e degustazioni) si confermano negli spazi del Lungomare, le opportunità di pranzare e cenare con una zuppa di pesce “alla fanese” si allargano, invece, all’intera città. I visitatori del BrodettoFest potranno scegliere il proprio ristorante preferito tra quelli che aderiscono all’evento, contattarlo e prenotare il proprio tavolo.

Sono 30 i locali della città suddivisi tra le zone del Lido, della Sassonia e del centro storico che serviranno, nei tre giorni, la squisita zuppa della tradizione locale al prezzo convenzionato di 20€. A valorizzare i ristoranti del BrodettoFest e a renderli riconoscibili al pubblico saranno la mappa del gusto reperibile nei luoghi della manifestazione e nei punti di informazione turistica della città e i totem che ogni ristorante aderente potrà posizionare all’esterno della propria struttura.

E per facilitare la fruizione del Festival, da quest’anno, ci sarà poi il “BrodettoBus”, la navetta gratuita che, in collaborazione con Ami spa, collegherà gratuitamente le principali location degli spettacoli ai ristoranti in cui gustare la zuppa di pesce alla fanese (fermate previste: Lido, Sassonia, Rastatt, via Cavour). Il BrodettoBus sarà operativo venerdì 11 settembre dalle 19 alle 23; sabato 12 e domenica 13 settembre, dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 23.

I RISTORANTI DEL BRODETTOFEST 2020:

LIDO:
Il Galeone – 347.9383785
Nina – 0721.396357
Da Ciarro – 0721.806315
Ristorante LaBellaVita – 0721.800077
Al Vecchio Doc – 0721.807641
Sambuga – 0721.1795025
La Taverna dei Pescatori – 0721.805364
Tinto – 0721.395645
Porto Verde – 0721.396861
La liscia da Ori/Casa Orazi – 0721.809781

SASSONIA:
Doma – 0721.805843
Caffè del Porto – 0721.804579
La Perla – 0721.825631
Ristorantino da Santin – 0721.805507
Cile’s – 0721.803390
Il Giardino dei Sapori – 0721.800015
La Barchetta – 0721.824211
AlMare – 0721.969727
La Tressa – 0721.1940085
Yankee – 0721.807748

CENTRO:
La Mandria – 0721.825875
Foravia – 338.4175640
Il Chiostro – 0721.827331
Il bello e la Bestia – 0721.828021
Fanin Bistrot – 328.9065717
Idea.Le Food & More – 349.5771669
Da Ugo – 335.7602846
Ristorante Il Gattopardo – 0721.806962
Atelier 54 – 0721.1795186
Il Cuciniere – 0721.807677

Le prenotazioni sono da effettuarsi contattando i singoli locali.