Domenica BrodettoFest 2019

Folla per Lastrico, applausi per il vincitore di “Tutto fa Brodetto”. Oggi protagoniste le zuppe dell’Adriatico e domani ultimo giorno di Festival

Chef Maina e Chef Canzian protagonisti, domani, della giornata di chiusura del Festival al Palabrodetto. Si premia la “Miglior moretta fanese”

Pienone per la seconda giornata del “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce” di Fano (4-7 luglio, ingresso gratuito). A riempire il lido di Fano ieri sera, una folla di spettatori venuti anche da fuori regione per l’esilarante spettacolo “Quello che parla strano”. Sul palco il comico Maurizio Lastrico a declamare i suoi celebri endecasillabi “danteschi”, che hanno narrato con ironia di incidenti quotidiani, di una sfortuna che incombe, di una quotidianità comandata dal caos coinvolgendo – e mettendo alla prova – il pubblico del Lido. E non si trovava un posto a sedere in platea nemmeno per assistere alla finalissima di “Tutto fa brodetto”, vinta da Giovanni Troiano, Giovanni Troiano, di Manfredonia, da 20 anni a Fano, con una ricetta di brodetto che ha mixato la tradizione fanese con degli accenni alla Puglia, sua terra natale. Posti esauriti al Palabrodetto sia per il coooking show di Stefano Ciotti delle 13, sia di Carmelo Carnevale, delle 19.30 che hanno estasiato il pubblico con due deliziose interpretazioni di zuppa di pesce.

Oggi al Festival è la giornata dedicata al Mare Adriatico. Il Palabrodetto ospita i due turni di ADRIATICOntEST: alle 13.00 si sfideranno brodetto fanese contro brodetto di Porto Recanati e alle 19.30 brodetto alla vastese contro zuppa di pesce di Marano Lagunare. Alle 21.00 la premiazione sul palco in occasione di Brodetto Time, insieme al conduttore Federico Quaranta. Prosegue, fino a domani lo scontro tra le diverse preparazioni di moretta al MeetMoretta, il nuovo spazio dedicato alla bevanda simbolo della città.

Protagonisti della giornata di domani, domenica 7 luglio, saranno due chef di grande carisma che promettono cooking show spettacolari. Alle 13.00 il Palabrodetto accoglie il vulcanico Chef Maina, al secolo Andrea Mainardi, da tempo amico del Festival che presenta la sua “Calamarata Brodettosa ai datterini gialli e rana pescatrice”. Il ragazzo biondo della cucina italiana, ha un curriculum da capogiro che contempla nomi come Gualtiero Marchesi e Andrea Berton. Dopo aver lavorato per i due mostri sacri della cucina mondiale, nel 2010 decide di aprire le porte del suo primo ristorante a Brescia, Officina Cucina, che ha un solo tavolo, adattabile da un minimo di 4 ad un massimo di 8 persone e dove si lavora senza menù. Il resto, cioè la conduzione del programma “Ci Pensa Maina” e la pubblicazione di diversi libri di cucina… è storia!

Alle 19.30, invece, tutti a tavola per gustare il “Brodetto vivace ai frutti di mare dell’Adriatico”, proposta culinaria di Daniel Canzian, chef dalla filosofia minimal che crede soprattutto “nella materia prima e nel potere della qualità: scelgo solo ingredienti freschi e di stagione. Credo fermamente che nei piatti debba esserci solo ciò che è davvero necessario alla buona riuscita della pietanza e che il palato debba poter riconoscere i sapori”. Classe 1980, ha lavorato al ristorante Dolada (2 stelle Michelin) e al Tivoli (1 stella Michelin), ma la sua vita professionale è cambiata nel 2005 quando ha conosciuto Gualtiero Marchesi che lo ha promosso Executive Chef del ristorante Il Marchesino al Teatro alla Scala nel 2008. Nel 2010 ha ricevuto il premio “Pellegrino Artusi” come migliore giovane Chef dell’anno. Nel 2011 è diventato l’Executive Chef del gruppo Gualtiero Marchesi. Tutto questo prima di aprire il suo Daniel a Milano.

Sia a pranzo che a cena il pubblico potrà assistere alla preparazione delle ricette e assaggiarle in abbinamento a due calici di Bianchello del Metauro, la Doc del territorio presentata dalle 9 cantine del progetto Bianchello d’Autoree IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini. A concludere l’assaggio sarà un macaron e un mignon al gusto moretta proposti dalla Pasticceria Cavazzoni(costo 20€, prenotazione obbligatoria allo 0721.54708).

Al Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce, domani anche altri importanti appuntamenti. Alle 18, lo spazio MeetMoretta a cura di Must espresso italiano, accoglierà la le finali del contest Moretta Evolution, sfida per la migliore interpretazione della bevanda simbolo di Fano, le cui declinazione saranno assaggiate e giudicate da una giuria presieduta da Luciano Lombardi, giornalista di Doctor Wine e composta da Massimo Tombari, docente dell’istituto Alberghiero Santa Marta di Pesaro e Alessandro Bonventi, consigliere nazionale e responsabile per la didattica di Abi Professional. Due gli ambiti di gara: la moretta tradizionale che viene valutata su Equilibrio zuccherino, Intensità dei sapori, Gusto e presentazione; moretta evolution, personale reinterpretazione della moretta che verrà giudicata in base a gusto e presentazione, fantasia e decorazione.

Alla stessa ora, le 18.00, nella Cavea del Lido, le famiglie potranno immergersi nel divertimento “formativo” di “Brodetto & Kids”, spazio realizzato in collaborazione con il MIPAAFT – Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020. In programma laboratori creativi e giochi di movimento, letture sul mare, la merenda di pesce(ore 18.30) raccontata dal professor Corrado Piccinetti, responsabile scientifico del Laboratorio di Biologia Marina di Fano, e attività dedicate a grandi e piccini, per vivere i temi del Festival liberando la fantasia.

Alle 21, nuovo appuntamento con Brodetto Time, il talk – cooking show in cui storie e progetti legati alla pesca, al buon cibo e alla tutela dell’ambiente marino andranno a braccetto con la cucina live. Condotto da Federico Quaranta, lo spettacolo, ospiterà gli Chef Maina e Canzian in un colloquio aperto anche alla cucina live col professor Corrado Piccinetti, responsabile del laboratorio di Biologia Marina di Fano – Università degli studi di Bologna.

Chiude la giornata, alle 22.30, il concerto dei The Best Of: dai Beatles a Lady Gaga, passando per Ramazzotti e Laura Pausini, dai Pink Floyd a Katy Perry, con deviazioni su Police e Lucio Dalla, su David Bowie e Gianna Nannini, su Michael Jackson e Renato Zero. Sempre e comunque nel segno delle più grandi hits italiane e straniere degli ultimi cinquant’anni.

Sono già al lavoro a pieno regime anche gli stand-ristorante allestiti sul lungomare Simonetti, lato nord e lato sud, dove, fino alla mezzanotte di domani, si potrà gustare il tradizionale brodetto alla fanese.

Sold out Festival del Brodetto 2019

Sold out di selfie e zuppe al “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce”. E domani è il giorno dell’ADRIATICOntEST

Al Palabrodetto si sfideranno le zuppe di Fano, Porto Recanati, Vasto e Marano Lagunare. Prosegue la sfida a colpi di moretta

Inaugurazione col botto ieri, giovedì 4 luglio per la XVII edizione del “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce” di Fano, l’evento organizzato da Confesercenti Pesaro e Urbino e dal Comune di Fano in programma al Lido fino a domenica 7 luglio (ingresso gratuito). Sold out per il cooking show di Giorgio “Giorgione” Barchiesi che ha fatto incetta di selfie e autografi prima e dopo la presentazione della sua ricetta. Si replica oggi, alle 13 e alle 19.30 con le interpretazioni della zuppa insieme a Stefano Ciotti(ristorante Nostrano di Pesaro) e di Carmelo Carnevale (direttore culinario di ChefMéd e Fish Bite) e il via al “MeetMoretta”. Alle 21, la finale di “Tutto fa Brodetto” la sfida a colpi di brodetto della tradizione.

Protagonista della giornata di domani, sabato 6 luglio, sarà invece ADRIATICOntEST, un incontro – scontro tra quattro zuppe che hanno in comune il mare Adriatico. Al Palabrodetto saranno due i turni durante i quali si consumerà il confronto: il primo, alle 13, vedrà il testa a testa tra lo chef Flavio Cerioni, in rappresentanza della tradizione Fanese e lo chef Fabio Giorgini, portabandiera di Porto Recanati; l’altro si svolgerà alle 19.30 e prevede il confronto tra lo chef abruzzese Jean Pierre Soria con “lu vrudatte” e lo chef friulano Giorgio Dal Forno con “el boret”. Il pubblico potrà assistere alla preparazione delle ricette e assaggiarle in abbinamento a da due calici di Bianchello del Metauro, la Doc del territorio presentata dalle 9 cantine del progetto Bianchello d’Autore e IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini. A concludere  l’assaggio sarà un macaron e un mignon al gusto moretta della Pasticceria Cavazzoni(costo 20€, prenotazione obbligatoria allo 0721.54708).

Quattro tradizioni, dunque, che pur attingendo dalla disponibilità dello stesso pesce povero e pur avendo una storia più o meno simile, hanno saputo distinguersi tanto da sembrare, al ìgusto e alla vista, quattro piatti completamente differenti. Fano non può prescindere dal concentrato di pomodoro e dall’aceto; Porto Recanati aggiunge un ingrediente di grande pregio alla zuppa povera: lo zafferano; a Vasto, la zuppa di pesce si cucina con cozze bianche e nere e l’aggiunta di peperoni verdi, ma senza soffritto; infine, a Marano Lagunare, la tipica zuppa di pesce è caratterizzata dall’aggiunta di vino e alloro.

Il Festival, ospiterà domani altri importanti appuntamenti. Alle 18, lo spazio MeetMoretta a cura di Must espresso italiano, accoglierà la seconda fase del contest Moretta Evolution, sfida per la migliore interpretazione della bevanda simbolo di Fano, le cui declinazione saranno assaggiate e giudicate da una giuria composta da rappresentanti delle associazioni dei barman Abi e Aibes e da Luciano Lombardi, giornalista di Doctor Wine.

Dalle 18, le famiglie potranno immergersi nel divertimento “formativo” di “Brodetto & Kids”, spazio realizzato in collaborazione con il MIPAAFT – Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014/2020. In programma in una Cavea del Lido trasformata in un ambiente marino, laboratori creativi e giochi di movimento, letture sul mare, la merenda di pesce(ore 18.30) raccontata dal professor Corrado Piccinetti, responsabile scientifico del Laboratorio di Biologia Marina di Fano, e attività dedicate a grandi e piccini, per vivere i temi del Festival liberando la fantasia.

Alle 19, il palco centrale ospita “Azioni concrete per migliorare la sostenibilità delle operazioni di pesca dalla Marineria della piccola pesca di Fano”, convegno tecnico di grande importanza per la marineria fanese e per la salute della nostra costa, promosso da Blu Marine Service e finanziato dal Flag Marche Nord (Azione 4.1).

Alle 21, nuovo appuntamento con Brodetto Time, il talk – cooking show in cui storie e progetti legati alla pesca, al buon cibo e alla tutela dell’ambiente marino andranno a braccetto con la cucina live. Condotto da Federico Quaranta, lo spettacolo, ospiterà anche la premiazione dell’ADRIATICOntEST insieme al travolgente Michele La Ginestra, già giudice a Cuochi e Fiamme su La 7, protagonista di Stasera cucina Michele su Fox Life e conduttore di Dolci tentazioni su Alice TV.

Chiude la giornata, alle 22.30, il concerto degli Zio Rufus & the Funky Gallo Band, “Tribute Band” di Zucchero che compare tra le cover band riconosciute dal Fan Club ufficiale del cantante.

Sono già al lavoro a pieno regime anche gli stand-ristorante allestiti sul lungomare Simonetti, lato nord e lato sud, dove, fino alla mezzanotte di domenica, si potrà gustare il tradizionale brodetto alla fanese.